L‘ABC per l’Abito dello Sposo

  • Abito Classico

  • Tight

  • Smoking

Si parla sempre più della sposa, così questo mese ho deciso di occuparmi del protagonista maschile di un matrimonio: lo sposo, nella maggior parte dei casi una persona poco amante dello shopping, che considera gli abiti uno uguale ad un altro! Ma proprio qui si cade nell’errore perché ogni abito è diverso dall’altro, ogni tessuto e colore è adatto a una certa occasione d’uso, quindi cari sposi, vediamo insieme fra quali abiti potete scegliere per il vostro grande giorno:

Completo classico: a due o tre pezzi (con gilet), blu o grigio scuro, non passa mai di moda. È sempre elegante e di grande effetto, con il pregio di poter essere riutilizzato in occasioni future. Attenzione! Va abbinato a una camicia rigorosamente bianca, con polso da gemelli, accompagnata da una cravatta tinta unita (a voi la scelta del colore), calze nere e scarpe di pelle nera stringate.

Tight: è l’abito più formale, adatto a una cerimonia di giorno, composto da tre pezzi: pantaloni, gilet e giacca, corta davanti, mentre dietro si prolunga con due code che scendono fino al ginocchio. Da galateo, il tight richiederebbe guanti e cilindro che però non vanno indossati durante la cerimonia, ma tenuti in mano e appoggiati all’inginocchiatoio. La scelta del  tight impegna però i testimoni e i padri degli sposi a vestire lo stesso capo.

Mezzo tight: è la versione meno formale del tight e prevede una giacca senza code. In questo caso guanti e cilindro non sono obbligatori.

Smoking: abito formale da usare esclusivamente per ricevimenti serali. La giacca può essere mono o doppio petto, rigorosamente nera, con i revers a lancia in raso e una sottile riga anch’essa di raso sui pantaloni. Questo abito richiede la camicia bianca e l’uso del farfallino.

Infine, per essere impeccabili, manca solo il fiore all’occhiello, alternativa alla pochette: coordinatelo al bouquet della sposa o a seconda dei colori della cerimonia.

Ora siete pronti per andare a scegliere l’abito più adatto a voi e al vostro ricevimento! In bocca al lupo!

Valentina Cesca

Vuoi leggere un altro articolo?