Le Coppie che ci hanno fatto sognare: John Lennon & Yoko Ono

Yoko Ono era un’artista d’avanguardia e incontrò John Lennon nel 1966 all’inaugurazione di una sua mostra: rimasero subito affascinati l’uno dall’altra e avevano moltissime cose in comune.

Entrambi avevano avuto un’infanzia solitaria ed entrambi si sentivano spesso incompresi come artisti. Si considerarono da subito anime gemelle ma molti non la vedevano così: gli altri Beatles erano infastiditi dall’influenza che Yoko esercitava su John e quando nel 1970 il gruppo si sciolse, la maggior parte del biasimo si riversò verso l’innamoratissima giapponese. Quasi tutto quello che facevano finiva sui giornali ma John non poteva sopportare di dividerla con nessuno, si risentiva per tutto ciò che portava Yoko via da lui: era un uomo tremendamente insicuro, addirittura non sopportava che lei parlasse giapponese perché, diceva, “quella era una parte di lei che non gli apparteneva”.

La tensione portò a una separazione di 18 mesi: quando tornarono insieme, la vita coniugale e il loro bambino furono le priorità. Nel 1980 però John Lennon fu ucciso, colpito a morte da un colpo di pistola proprio davanti agli occhi della sua adorata compagna. Il dolore di Yoko fu immenso; da 36 anni tiene le ceneri di John in un vaso di ceramica e le pareti della sua casa sono rivestite delle sue fotografie ed album.

Valentina Cesca

Vuoi leggere un altro articolo?